Anime Nere

foto di scena

2008

Share

di: Alfonso Santagata

liberamente tratto da “Questa vita menzognera” di Giusepe Montesano

con: Antonio Alveario, Donatella Furino, Rossana Gay, Johnny Lodi, Daria Panettieri, Massimiliano Poli

assistente alla regia: Barbara Weigel

direzione tecnica: Tommaso Checcucci

tecnico di palco: Francesco Margarolo

amministrazione: Rita Campinoti

organizzazione: Franco Coda

con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Comune di San Casciano Val di Pesa

con la collaborazione di Fondazione Teatro Metastasio, Armunia – Festival Costa degli Etruschi, Punta Corsara . Campania Festival

Le Anime Nere si possono incontrare, ma subito spariscono.
Sono come delle apparizioni, insicure, si nascondono, fino al giorno del loro “debutto” che può essere in un ufficio o in televisione, in un grande palazzo di governo, in un basso napoletano.
Riempiono, svuotano, distruggono, costruiscono, si moltiplicano …

Dopo il “debutto” le Anime Nere non si nascondono più, sono tante, non c’è più quella insicurezza prima del debutto, adesso sono sicuri e forti .
Sono la maggioranza, prendono sempre la strada giusta e cavalcano il cavallo giusto al momento giusto; sanno cantare, sanno ballare, sanno recitare, se la situazione lo richiede si spogliano, non conoscono il sentimento della vergogna.
Ormai sicuri di sé non si nascondono più; anzi si mostrano, come il nuovo modello di vita da imitare.

Ti fanno sognare, ti fanno sperare, hanno idee chiare, ti fanno viaggiare …

La famiglia Belmondo è capostipite delle Anime Nere; è diventata in pochissimo tempo una potenza economica e politica; è avanguardia da emulare.
Il loro successo ha creato uno stile di vita disinvolto e agguerrito, non amano le regole in generale, ma solo le proprie, non conoscono ostacoli, non hanno nemici, predicano amore e convivenza a tutti, inneggiano a un futuro strabiliante di benessere per tutti.
In poco tempo, ma con tanto lavoro, occupano i posti importanti del potere e quotidianamente senti le loro massime:

  • “Noi chiediamo poco, solo la vostra fiducia e questo paese risorgerà dalle ceneri, realizzando i vostri sogni che sono anche i nostri, trasformeremo questo paese in un paradiso”
  • “L’era della felicità è arrivata e c’è posto per tutti pure per gli oppositori, noi siamo per la libertà, il benessere, la prosperità”
  • “…Ormai la politica è finita, la storia è finalmente tramontata … abbiamo detto addio alla violenza … non dovete temere più nulla, perchè è cominciato il millennio felice dell’individuo”

Una famiglia di Anime Nere che ormai fa spettacolo, vive in proscenio, illuminata da quarzine rosse, gialle e livide; si spostano solo per origliare e spiare; appena possono tornano alle quarzine colorate del proscenio.

Alfonso Santagata