Büchner mon amour

Share
foto di scena

1981

 

ideazione e regia: Alfonso Santagata

con: Afonso Santagata e Claudio Morganti

 

E’ il tentativo di presentare, mediante una personale concezione di sintesi drammatica, i possibili momenti di contatto tra il dramma classico e il dramma contemporaneo. Per il classico ci “serviamo” di alcuni frammenti dell’opera di Büchner (La morte di Danton, Leonce e Lena, Woyzeck), per quanto riguarda il “contemporaneo”, scopriremo il rapporto tra due personaggi che vivono in un mondo inferiore, situati in un non meglio definibile presente, che attraversano un iter mentale non molto dissimile dalla follia di Lenz. E partendo dall’idea che Lenz è Büchner, Büchner attraverso Lenz dirige il dramma contemporaneo: afasia, luoghi comuni, conflitti, violenza, l’impatto con situazioni che evocano il quotidiano ma che a volte sono molto particolari tragiche e misteriose. Nei confronti di Büchner non si intende assolutamente compiere un’operazione dissacratoria o arbitraria, ma far emergere la sua violenza narrativa in una forma immediata, diretta, che risponda all’attuale modo di sentire le cose e di vivere i conflitti.