Ubu scornacchiato

Share
foto di scena

1997

di: Alfred Harry

regia: Alfonso Santagata

con: Giuseppe Battiston, Patrizia Bollini, Leonardo Capuano, Monica Demuru, Daniela De Robertis, Chiara Di Stefano, Rossana Galanti, Silvia Giorgi, Sergio Licatalosi, Carla Manzon, Elisabetta Marconi, Adriano Miliani, Daria Panettieri, Alfonso Santagata, Massimiliano Speziani, Teresa Vanalesti, Stefano Venturi

assistente alla regia: Chiara Senesi 

Anteprima:
San Casciano in Val di Pesa – Fi, Teatro Niccolini, 5 giugno 1997
Santarcangelo dei Teatri, 9 luglio 1997

Jarry l’inafferrabile ha creato una maschera eccessiva e selvaggia, attuale e senza tempo.
Una maschera di un umorismo glaciale, senza cadute sentimentali, una marionetta ignobile che ricorda e sbalordisce gli esseri umani.
Ubu è fantoccio senza scrupoli, disposto a tutto a trucidare nobili e contadini.
E tutto questo per la corona, l’oro e i soldi.
Jarry vuol dire Ubu, una figura infantile e mostruosa allo stesso tempo.
Jarry con la sua ferocia ha oscurato il decadentismo ed è stato il padre di tutte le avanguardie.
Jarry ha creato un linguaggio fatto di gerghi di provincia e di termini inventati. Il suo tentativo è stato di arrivare a un suono primordiale attraverso la contaminazione di diverse lingue.
Ubu ricorda il carattere mostruosamente totalitario delle dittature di oggi.

Alfonso Santagata